Libro: R. Esposito, Politica e negazione. Per una filosofia affermativa (Einaudi, 2018)

Assistiamo da tempo a una serie di fenomeni distruttivi che fanno pensare a un ritorno in grande del negativo sullo scenario mondiale. In realtà, contrariamente alle illusioni di coloro che ne avevano ipotizzato l’esaurimento, esso non ha mai smesso di segnare la nostra esperienza, esponendola alla sfida della scissione e del contrasto. Questa consapevolezza va assunta, ed elaborata, anche da un pensiero intenzionalmente affermativo. Che, se veramente tale, non deve negare, o rimuovere, la negazione, ma ripensarla radicalmente nelle figure positive della differenza, della determinazione e dell’opposizione.

Con questo libro Roberto Esposito apre una fase nuova della propria ricerca filosofica, misurandosi in maniera sempre più serrata con i grandi classici della riflessione moderna e contemporanea. A risultarne è un percorso rigoroso e originale che, nella tensione tra affermazione e negazione, riconosce i traumi inquietanti del nostro tempo ma anche i prodromi di ciò che si annuncia ai suoi confini.

Pagina del libro a questo link.


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search